La tartaruga Marianna

Un viaggio incredibile


Marianna è una tartaruga marina della specie Caretta caretta, che è stata trovata in difficoltà a largo di Ponza (LT) con evidenti problemi ad andare in immersione.
L’allarme è stato lanciato da alcuni diportisti che erano di passaggio nella zona e che hanno prontamente chiamato la Guardia Costiera attivando i soccorsi.
Il soccorso delle tartarughe marine trovate in difficoltà lungo le coste del Lazio è a carico della rete regionale Tartalazio, che, nel caso di Marianna, ha contattato i guardiaparco della Riserva di Tor Caldara (RM), per il recupero dell’animale e il trasporto verso il Centro di Primo Soccorso Tartarughe Marine di Zoomarine Trust Onlus, unico Centro di Primo Soccorso del Lazio.

Marianna è arrivata nel nostro Centro di Primo Soccorso il primo pomeriggio del 30 agosto 2019. È una giovane tartaruga, una sub-adulta di circa 10 anni di età, come dimostra la presenza ancora percettibile di alcune piccole creste sulla fila centrale di scuti del carapace, e pesa circa 17 kg.
Al suo arrivo i nostri esperti veterinari e biologi hanno svolto la visita medica generale dell’animale, analizzando lo stato dei suoi arti, del carapace e della bocca.

Ad una prima analisi Marianna non presentava ferite ma aveva un edema generale (gonfiore) che le provocava il galleggiamento in mare.
Per approfondire il suo quadro clinico e capire l’origine dell’edema sono stati svolti esami del sangue e tamponi e sono state fatte delle radiografie, per scongiurare la presenza di eventuali corpi metallici ingeriti dall’animale.

L’edema, causato da un’infezione renale, è stato monitorato e curato con un’apposita terapia stabilita dal nostro medico veterinario.
Durante la degenza il nostro staff di veterinari e biologi si è preso cura di Marianna, controllando il suo stato di salute costantemente, alimentandola con pesce di ottima qualità destinato al consumo umano e curando la pulizia della sua vasca.

La tartaruga ha risposto bene alla terapia ed è tornata ad essere vivace e reattiva.
Ormai mancano soli pochi giorni e Marianna potrà di nuovo tornare in mare.

Continuate a seguire il nostro sito oppure seguite la pagina Facebook di Zoomarine Trust Onlus per rimanere aggiornati su data e luogo della liberazione della tartaruga.